11/09/2020By Stefania Di Stasio4 Minuti

Per convincere devi coinvolgere

Oggi tutti vogliono continuamente raccontare qualcosa. E in effetti, complici i social network e i vari strumenti digitali a disposizione, tutti hanno i mezzi per farlo. Ma quanti ne sono davvero capaci?

“Il gatto si è seduto sul tappeto” non è una storia. “Il gatto si è seduto sul tappeto del cane” è una storia.

John Le Carre

Una cosa è riempire i canali social, i blog, i siti internet di contenuti e notizie più o meno utili, un’altra è saper trattenere l’attenzione del tuo pubblico. Quante volte sarà capitato anche a te di leggere un articolo perché l’argomento sembrava interessante, per poi accorgerti che era solo un fiume di parole (anche un po’ noioso), che non ti stava dando le informazioni promesse nel titolo e che, tutto sommato, lo sapevi già… quindi potevi scriverlo anche tu. A me capita spesso. Lo confesso, sono anch’io vittima dell’altrui inbound marketing (o di una sua distorsione, in effetti). Hai presente? Scrivi un pezzo, ci metti un bel titolo, fai in modo che venga indicizzato benissimo e gli accessi schizzeranno alle stelle. E poi? Poi i tuoi lettori abbandoneranno il tuo blog, o qualsiasi strumento tu stia usando, con la stessa velocità con cui sono entrati. A meno che tu non stia dicendo qualcosa di realmente interessante.

Una delle prime cose che ho imparato, da lettrice accanita e impenitente quale sono da sempre, è che se vuoi comunicare in maniera efficace devi saper raccontare. E non è una dote innata. La buona notizia è che si può imparare. La cosa fondamentale è avere qualcosa da dire, una storia degna di essere definita tale. Il modo in cui si struttura la narrazione è molto importante, qualunque cosa tu stia dicendo un po’ di suspance piace a tutti… e a volte è anche solo una questione di punteggiatura. Serve a dare un buon ritmo. Le frasi ad effetto aiutano, ma solo se fanno realmente riflettere, quindi meglio non abusarne. Per esempio, io uso volentieri l’ironia, perché è nella mia indole e mi viene spontanea, e quindi spesso mi toglie dai guai.

Ogni idea, ogni progetto, può essere un’avvincente storia da raccontare. Ma solo se saprai esporla nel modo giusto sarà capita, seguita, amata. Per chi si occupa di marketing è fondamentale: non puoi convincere se non sai coinvolgere.